fbpx

Gallerie dell'Accademia, Venezia

Circa un secolo dopo rispetto al trittico di Vivarini, tra il 1534 e il 1539, Tiziano eseguì la Presentazione della Vergine al tempio, parte di un insieme di dipinti sulla vita di Maria che non è più in loco.

Sulla destra della sala esisteva una porta di cui il pittore dovette tenere conto nell’ideazione mentre, l’apertura a sinistra, fu creata più tardi eliminando così una parte della tela.

L’andamento orizzontale della parete ha condizionato l’artista che, qui, sembra rendere omaggio alla tradizione della pittura narrativa veneziana – rappresentata in particolare da Gentile Bellini e da Vittore Carpaccio; mentre, per l’ambientazione architettonica, Tiziano si dimostra perfettamente aggiornato sugli esempi di Sansovino e Sebastiano Serlio.

Alla base della scalinata del tempio, su cui sta salendo una giovanissima Maria circonfusa di luce, notiamo un torso di statua antica, a destra, e una vecchia con un cesto di uova, a sinistra – simboli, rispettivamente, della cultura pagana e di quella ebraica, che non a caso sono sovrastate dalla figurina della Madonna.

Ai piedi della scala, oltre a Gioacchino e ad Anna, si notano una serie di personaggi in vesti contemporanee: si tratta dei membri più autorevoli della Scuola [di Santa Maria della Carità, n.d.r.] , ritratti da Tiziano in abiti da cerimonia.

Il racconto evangelico si snoda solenne e pacato, ravvivato dalle tonalità calde e sontuose tipiche del maestro. Ma l’elemento più sorprendente è sicuramente l’ampia veduta sullo sfondo su cui si apre un cielo percorso da gonfie, candide nuvole mentre, in lontananza, sfumano alte montagne. Personalissima declinazione dell’ambiente della Palestina da parte del pittore che sembra qui rendere omaggio alle amate cime del Cadore.

Illuminato in modo realistico dalla luce proveniente da sinistra, dove si trovava la finestra, è un brano paesistico di struggente bellezza che anticipa il ruolo sempre più rilevante del paesaggio all’interno della composizione proprio del secolo successivo.